Statuto

Titolo I – Designazione e finalità

Art. 1) DENOMINAZIONE
E’ costituita la Associazione Italiana di Otorinolaringoiatria e di Geriatria (A.I.O.G.), associazione scientifica. Partecipano alla A.I.O.G. i medici chirurghi specializzati in otorinolaringoiatria, in audiologia e foniatria, in geriatria e i medici cultori delle materie, tutti con comprovato interesse per la tematica ed operanti in campo universitario, ospedaliero e libero professionale.

Art. 2) SEDE
La Società ha sede presso il domicilio del Presidente. La segreteria operativa ha sede presso il domicilio del Segretario-tesoriere.

Art. 3) SCOPI
La Associazione ha carattere scientifico ed ha lo scopo di promuovere la ricerca e stimolare l’interesse per lo studio della malattie otorinolaringoiatriche in età geriatrica. Vengono promosse attività di aggiornamento professionale e di formazione con i programmi di attività formativa ECM. Gli scopi della Associazione vengono realizzati anche in modo decentrato. La Associazione non ha fini di lucro, non esercita attività imprenditoriali nè partecipa ad esse, non ha finalità politiche e non esercita attività sindacale.

Art.4) PATRIMONIO
Il patrimonio della Associazione è costituito dalle quote sociali, erogazioni, donazioni, lasciti, eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio.
Il finanziamento delle attività sociali avviene solo attraverso i contributi dei soci e/o di enti pubblici o privati, ivi compresi i contributi di produttori di farmaci e di dispositivi medici escludendo ogni forma di conflitto di interessi. Il finanziamento delle attività per Educazione Continua in Medicina avviene nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione Nazionale per la formazione continua.

Titolo II: SOCI.

Art. 5) SOCI.
Sono soci fondatori i promotori della fondazione della AIOG.
I soci fondatori e quelli ordinari sono interessati al raggiungimento degli scopi della A.I.O.G.
La domanda di ammissione alla Società deve essere rivolta al Presidente che, valutati i requisiti del candidato, la sottopone alla ratifica dell’Assemblea.
Tutti i soci pagano una quota associativa annuale il cui ammontare è stabilito dal Consiglio Direttivo.
I Soci al compimento del settantesimo anno di età non sono più soggetti al pagamento della quota sociale. Tutti i soci sono elettori ed eleggibili.
Coloro che per qualunque ragione perdano la qualifica di socio, non conservano alcun diritto sul patrimonio dell'Associazione .

Art. 6) ORGANI DELLA ASSOCIAZIONE
Sono organi della Associazione il Presidente, il Vice-Presidente, il Segretario-tesoriere, il Consiglio Direttivo, il Consiglio dei Revisori dei Conti e il Collegio dei Probiviri.
Nella elezione delle cariche associative verrà rispettato il criterio della pariteticità e della alternanza tra le varie componenti operanti nel settore specialistico otorinolaringoiatrico. Le cariche non sono retribuite e durano 2 anni.
Il Presidente rappresenta l’Associazione, convoca l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo e sopraintende a tutte le attività della Associazione.
Il Vice Presidente coadiuva il Presidente nello svolgimento delle sue funzioni .
Il Segretario-tesoriere è responsabile degli aspetti amministrativi e finanziari della Società, redige e conserva i verbali delle Assemblee e delle riunioni di Consiglio Direttivo, predispone i bilanci annuali che presenta al Collegio dei Revisori dei Conti, ha in custodia il patrimonio sociale e ne cura la gestione.
Il Consiglio Direttivo promuove i provvedimenti necessari alla realizzazione degli scopi sociali. E’ composto da nove soci ed è eletto dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo uscente. Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario-tesoriere.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti, con voto prevalente del Presidente in caso di parità. Partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo, senza diritto di voto, i soci fondatori e i past President.
Il Consiglio dei Revisori dei Conti verifica e sottoscrive il bilancio consuntivo e preventivo sociale dell’Associazione. Il Consiglio dei Revisori dei Conti è composto da due membri eletti dall'Assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo.
Il Collegio dei Probiviri esamina le controversie eventualmente insorte tra i soci, le proposte di decadenza o di radiazione dei soci, le questioni che meritino indagini approfondite o riservate che il Consiglio Direttivo ritiene di approfondire.
Il parere non vincolante del Collegio dei probiviri deve essere riferito al Consiglio Direttivo. Il Collegio dei Probiviri è composto da due membri, eletti dall'Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo.

Titolo III: Assemblea dei soci.

Art. 7)ASSEMBLEA DELLA ASSOCIAZIONE
L'Assemblea dei soci si riunisce in seduta privata ogni anno convocata dal Presidente con lettera ordinaria in prima e seconda convocazione. L'assemblea delibera su tutti gli atti di ordinaria amministrazione e approva il bilancio consuntivo e preventivo. Le delibere della Assemblea vengono approvate a maggioranza semplice. In questa occasione vengono espletate ogni 2 anni le votazioni delle cariche elettive.

Art. 8) - ASSEMBLEA STRAORDINARIA DELLA ASSOCIAZIONE
Il Presidente, se lo ritiene necessario, ovvero quando per motivi eccezionali ne sia fatta richiesta scritta da un terzo dei soci, può convocare l’Assemblea straordinaria.

Titolo IV: Esercizio sociale

Art. 9)ESERCIZIO SOCIALE
L’esercizio sociale dell’Associazione si chiude l‘ultimo giorno del mese prima dell’Assemblea . Al termine di ogni esercizio il Segretario Tesoriere redige il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo anno, accompagnato da una relazione sulla gestione e sullo svolgimento dell’attività associativa. I bilanci consuntivo e preventivo, prima di essere sottoposti alla approvazione della Assemblea, sono sottoposti al parere del Collegio dei revisori dei conti e successivamente del Consiglio Direttivo.

Titolo V: Disposizioni finali.

Art. 10) MODIFICHE DELLO STATUTO
Il presente statuto potrà essere modificato su indicazione del Consiglio Direttivo o su richiesta firmata di almeno dieci soci che dovranno inviare la relativa proposta di modifica al Consiglio Direttivo. La proposta di modifica, per divenire operante, dovrà essere approvata dall'Assemblea dei soci, la quale delibererà a maggioranza semplice.
L'argomento dovrà essere preventivamente inserito nell'ordine del giorno dell'assemblea.

Art. 11) - REGOLAMENTO DELLA ASSOCIAZIONE
Le norme del presente statuto sono integrate da un Regolamento redatto e approvato dal Consiglio Direttivo.

Art. 12) -SCIOGLIMENTO DELLA ASSOCIAZIONE
Lo scioglimento dell’associazione deve essere deliberato a maggioranza dall’assemblea.

Art. 13)LIQUIDAZIONE DELLA ASSOCIAZIONE
L'assemblea che delibera lo scioglimento dell'Associazione provvede a nominare uno o più liquidatori determinando i loro poteri.
In difetto di tale nomina la liquidazione sarà effettuata dal Consiglio Direttivo in carica, in veste di liquidatore, con poteri ampi ed irrevocabili.
I beni e le attività residue, esaurita la liquidazione, saranno devoluti, in base ad una delibera dell'Assemblea approvata a maggioranza semplice degli intervenuti, ad associazioni con finalità analoghe o in opere benefiche.

Lo statuto è stato approvato dalla prima Assemblea dei soci autoconvocatasi a Torino presso “Il Lingotto” il 23 maggio 2008.